Tu sei qui: Home La città

La città e il territorio

Un territorio alle pendici del Monte Venere arricchito da tre fiumi: il Savena, il Setta e il Sambro

Piazza XXIV MaggioIl territorio del Comune di Monzuno si colloca tra le valli del Setta, del Savena e del Sambro (che rappresentano i tre principali corsi d'acqua della zona), a 36 km circa da Bologna e 78 km da Firenze, ed ha una superficie di 65,02 kmq.
Il capoluogo si trova ad un'altitudine di 632 metri sul livello del mare, mentre la vetta più alta (e tra le principali dell'Appennino Bolognese) è Monte Venere, a 996 m.
Nel territorio comunale risiedono, a inizio marzo 2016, 6.326 abitanti. Il capoluogo ha 1.857 residenti, mentre la frazione principale è Vado, lungo il Setta, con 2.704 abitanti. Altre frazioni rilevanti sono Rioveggio (999 abitanti), all'incrocio tra Setta e Sambro, e Brento (242 abitanti), nell'area collinare sovrastante Pianoro.
Le frazioni minori sono Trasasso (158 abitanti), Montorio (117), Gabbiano (119), San Rocco (58) e Valle (72).

Sono presenti attività agricole, agrituristiche e di allevamento. Vi sono, inoltre, rilevanti attività artigianali e di piccola/media industria, specie nella frazione di Rioveggio. Molte le attività commerciali, distribuite soprattutto nei centri più popolosi. Il Comune, particolarmente nella sua parte più alta, rappresenta una meta turistica storica della montagna bolognese, specialmente nel settore delle seconde case.
Lungo la valle del Setta scorrono importanti vie di comunicazione nazionali: la Ferrovia Direttissima Bologna-Firenze (stazione a Vado) e l'Autostrada del Sole A1 (caselli a Rioveggio e, nelle immediate adiacenze, di Sasso Marconi), attualmente soggetta ai lavori della Variante di Valico.
Il territorio è attraversato, tra Monte Adone e Monte Venere, dalla Via degli Dei, importante percorso che consente agli escursionisti di attraversare l'Appennino da Bologna a Firenze a piedi, a cavallo o in mountain bike.
Il Comune fa parte dell'Unione dell'Appennino Bolognese.