Tu sei qui: Home Aree tematiche Servizi Demografici Informazioni utili Albo degli scrutatori elettorali

Albo degli scrutatori elettorali

Domande da presentare entro il 30 novembre

Per esercitare la funzione di scrutatore di seggio in occasione di consultazioni elettorali o referendarie, è necessario iscriversi nell'apposito Albo Comunale.
In occasione di ogni consultazione, la Commissione Elettorale Comunale nomina gli scrutatori per ogni sezione elettorale. Lo scrutatore, in caso di gravi impedimenti, può rifiutare la nomina entro 48 ore dalla notifica della stessa (salvo casi che si verifichino in occasione dello svolgimento delle consultazioni, ossia malattia grave). Ricordiamo che i motivi di lavoro, stante l'obbligo per il datore di lavoro di concedere il permesso per lo svolgimento delle funzioni di scrutatore elettorale, non costituiscono valido motivo per il rifiuto della nomina.

REQUISITI DI ACCESSO

Per iscriversi all'Albo Comunale degli scrutatori elettorali, è necessario presentare domanda al Comune; le iscrizioni sono aperte tra il 1° e il 30 novembre di ogni anno.
I requisiti di iscrizione sono l'essere iscritto alle liste elettorali del Comune e l'avere assolto gli obblighi scolastici.
Sono incompatibili con il ruolo di scrutatore:

  • i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e delle Telecomunicazioni e dei Trasporti;
  • gli appartenenti alle Forze armate in servizio;
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

L'iscrizione, se accettata, non ha scadenza.

Per cancellarsi dall'Albo è necessario presentare domanda entro il 31 dicembre di ogni anno.

Modulo di iscrizione - Albo degli scrutatori elettorali
Modulo di cancellazione Albi Elettorali

TEMPI DI EROGAZIONE

L'iscrizione e la cancellazione dall'Albo degli scrutatori elettorali vengono disposte entro il 15 gennaio dell'anno successivo a quello in cui vengono richieste.