Tu sei qui: Home Aree tematiche Salute e benessere Notizie su salute e benessere Covid-19: numeri di telefono utili

Covid-19: numeri di telefono utili

Riorganizzazione dei servizi e potenziamento dei contatti telefonici o via e-mail

Centro operativo comunale

Il Centro operativo comunale di Monzuno è attivo per l'emergenza Covid-19. Il centro risponde al numero 0516770011 dalle 8 alle 18,30 e, in caso di emergenze straordinarie, anche dalle 18,30 alle 8

Servizi scolastici

L'Unione dei comuni dell'Appennino bolognese ha attivato un numero telefonico, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30, per le comunicazioni relative ai servizi scolastici (mensa, trasporto, nidi).

Il numero è il seguente: 339-5343032

In merito all'impossibilità, legata all'emergenza Covid-19 e segnalata da diversi cittadini, di partecipare agli open day e quindi visitare le strutture, l'Unione dell'Appennino bolognese invita comunque i genitori a iscrivere i loro figli al servizio entro la fine di marzo. Questo perché l'iscrizione dà la possibilità agli uffici di stilare una graduatoria provvisoria: tale graduatoria però non è vincolante per ciò che concerne la sede scelta. La speranza è quella di riuscire a organizzare le giornate di apertura dopo la stesura della graduatoria provvisoria e prima di quella definitiva, per dare modo alle famiglie, eventualmente, di cambiare il nido di destinazione

Sportelli sociali

È possibile contattare telefonicamente o per email  gli Sportelli Sociali del Comune di Monzuno nelle seguenti giornate:

Altri servizi dell'Unione

L'Unione dei comuni dell'Appennino bolognese è intervenuta a livello organizzativo per evitare gli spostamenti non necessari, come previsto dai decreti di questi giorni. Tutte le attività saranno svolte prioritariamente in forma agile, cioè lavorando da casa. Rimangono alcune attività considerate "indifferibili", che non possono essere rinviate e che andranno rese in presenza (si pensi al protocollo di posta cartacea e fax, per fare un esempio, o alla protezione civile), cercando di contenerle il più possibile. Per tutti gli altri casi i lavoratori sono stati invitati a fruire delle ferie.

Per il servizio di Assistenza domiciliare sono state introdotte misure di razionalizzazione per la tutela degli utenti e delle operatrici: sono stati rivisti tutti i programmi delle assistenti, limitando gli interventi a quelli rivolti a persone sole o in condizioni critiche tali da non poter essere assistiti in modo corretto da familiari o assistenti familiari. Sono stati contattati tutti gli utenti a cui, per il momento, non verrà erogato il servizio comunicando, contestualmente, che saranno sentiti quotidianamente dall'assistente domiciliare di riferimento, in modo da monitorare le singole situazioni per attivarsi in caso di necessità.

Sono state confermate le commissioni che implicano spese e acquisti di medicinali, però non in presenza degli utenti (i cosiddetti accompagnamenti). Ovviamente il servizio è pronto ad assicurare gli interventi di emergenza che fossero necessari, da valutare caso per caso.

Sono state sospese le visite domiciliari delle assistenti sociali, salvo casi di necessità ed urgenza da valutare.

I servizi educativi a domicilio sono stati sospesi, prevedendo, dopo una valutazione puntuale caso per caso, la possibilità di un contatto da remoto da parte dell'educatore con possibilità di attribuire compiti, attività ed obiettivi ed un momento successivo di restituzione e confronto sempre a distanza.