Tu sei qui: Home Aree tematiche Associazioni e cultura Notizie sulla cultura Il maestro Fausto Modugno in concerto a Monzuno per la rassegna Musica in bianco e nero

Il maestro Fausto Modugno in concerto a Monzuno per la rassegna Musica in bianco e nero

Giovedì 8 agosto alle 20.30 il Maestro Giuseppe Fausto Modugno si esibirà a Monzuno nella sala della Biblioteca comunale M.Marri proponendo un recital per pianoforte con brani di Schumann e Mendelssohn. L’ingresso è libero

Giovedì 8 agosto alle 20.30 il Maestro Giuseppe Fausto Modugno si esibirà a Monzuno nella sala della Biblioteca comunale M.Marri proponendo un recital per pianoforte con brani di Schumann e Mendelssohn. L’ingresso è libero

Nato a Bologna nel 1960, a vent’anni Modugno si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio. Laureatosi al DAMS di Bologna nel 1985, ha studiato Composizione e Direzione d’orchestra e deve il proprio perfezionamento alla scuola di Franco Scala, che ha frequentato studiando tra gli altri con J. Demus, N. Magaloff, B. Canino e A. Ballista. Ha vinto sette concorsi nazionali e due internazionali come solista e in duo pianistico. Frequenta abitualmente e con successo importanti sedi concertistiche italiane e straniere come solista e con orchestra. Ha registrato per la Rai e ha compiuto, tra le altre, tournées in Russia, in Germania, in Spagna, in Inghilterra, Francia, Belgio, negli Stati Uniti e in Giappone esibendosi per prestigiose istituzioni e in importanti sale da concerto. Nel 2004 gli è stato conferito dalla “Australian Society of Musicology and Composition” il Diploma “Honoris Causa” come esecutore.

Il concerto rientra nel programma del festival “Musica in bianco e Nero”, diretto Francesca Rambaldi, pianista monzunese che. dopo un passato a Lipsia da alcuni anni insegna e suona a Berlino. Sostenuto dal Comune e dalla Proloco di Monzuno, il festival è giunto ormai alla nona edizione.

Tutti i concerti di musica in bianco e nero sono a ingresso libero e sono introdotti e raccontati dai musicisti stessi, per coinvolgere interattivamente il pubblico, con l'obiettivo di divulgare la musica e la cultura privilegiando giovani artisti accanto ad affermati professionisti. Protagonista dei concerti è uno straordinario pianoforte Blüthner costruito a Lipsia nel 1911, che grazie alla rassegna è stato suonato da artisti del calibro di Ramin Bahrami, Maria Perrotta e Sofya Gulyak.

L’evento è organizzato in collaborazione con Associazione Musica e Arte e con Palazzo Loup

L’appuntamento successivo è previsto per domenica 8 settembre alle 17 con “Musica da camera” con Pietro Fabris al violino, Federica Cardinali alla viola, Clara Sette al violoncello e Lisa Redorici al pianoforte.