Tu sei qui: Home Aree tematiche Ambiente e territorio Notizie Ambiente e territorio Misure antismog, le ultime novità dalla Regione

Misure antismog, le ultime novità dalla Regione

Confermata la deroga per i comuni montani: nel Comune di Monzuno si potranno continuare a usare le stufe e i camini a legna, anche se sono molto inquinanti (il 52% dell'inquinamento da polveri sottili è dovuto al riscaldamento, contro il 27% dei mezzi di trasporto). E un camino aperto inquina 4300 volte più di un impianto a gas.

La Regione Emilia-Romagna, insieme ai sindaci interessati alle misure antismog previste dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020), ha deciso alcune modifiche alle limitazioni al traffico in vigore fino al 31 marzo 2019. 
La limitazione alla circolazione nei centri abitati (dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30 dal 1° ottobre al 31 marzo), coinvolge i veicoli diesel fino agli euro 3, benzina fino agli euro 1 e i ciclomotori pre-euro. Esclusi quindi i diesel euro 4.

In tutti i Comuni (esclusi quelli montani, qui il comunicato della Regione su questo tema e l’elenco dei comuni) è invece sempre valido – da ottobre a marzo – lo stop agli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico a una stella o di classe inferiore (compresi anche i caminetti a legna aperti).
Negli ultimi anni in tutti i territori interessati al problema smog si sta concentrando sempre di più l’attenzione sulla combustione del legno perché questa inquina centinaia di volte in più rispetto a un impianto a metano.

Per saperne di più:

Città metropolitana di Bologna

Città metropolitana di Bologna - Piano dell'aria

Liberiam l'aria - Arpae

Infografica Arpae inquinamento